Caso studio: I numeri del turismo a Vieste

studi, web marketing

Con questo articolo andremo ad analizzare i dati relativi ai flussi turistici nel comune di Vieste, una delle località turistiche più importanti del panorama italiano, al primo posto in Puglia per numero di presenze.
Nel 2018 ci sono state oltre 1.900.00 presenze con quasi 300.000 arrivi, con una permanenza media di 6,60 giorni.

I dati analizzati

I dati elaborati di seguito sono quelli ufficiali, relativi al solo comune di Vieste nel 2018, gentilmente inviati dall’osservatorio della Regione Puglia.
In allegato trovate il report originale.

Per orientarvi sulla divisione delle varie tipologie di struttura ricettive ai sensi della normativa Regionale vi consiglio di consultare la tavola di classificazione.

Ovviamente i dati non possono tenere conto :

  • Dell’offerta ricettiva sommersa, sia presso privati irregolari, sia presso strutture ricettive che omettono la denuncia delle presenze.
  • Delle presenze presso gli appartamenti privati regolarmente locati secondo la normativa della locazione turistica breve, che non sono censite dall’osservatorio regionale.

Alla fine dell’articolo ci sono invece dati relativi ai volumi sul motore di ricerca Google.

Provenienza dei visitatori

Come prevedibile balza subito all’occhio che gli italiani rappresentano la stragrande maggioranza dei visitatori, con l’81,30 % degli arrivi e l’82,80% delle presenze.
Non disponiamo dei dati dettagliati relativi ai paesi di provenienza dei visitatori, ma in base ad altre analisi passate e a dati di Google, ricerca dove si vede che prevalgono ricerche dalla Puglia e dalla Campania, possiamo affermare che il turismo di prossimità è molto diffuso.
Gli stranieri hanno una durata di soggiorno leggermente minore (6,07 giorni) e prediligono sopratutto le camere rispetto agli appartamenti.

Presenze italiani Vs. Stranieri

  • Italiani
  • Stranieri

Distribuzione nelle varie tipologie di strutture

Vieste ha un’offerta turistica molto ampia e variegata.
La quota di mercato più grande è quella degli appartamenti in strutture grandi (villaggi, campeggi, residenze turistico alberghiere), seguita dagli Hotel.
Molte presenze anche nelle case vacanza mentre i B&B, gli affittacamere e gli agriturismi sono poco diffusi rispetto alla media regionale.

Presenze per tipologia di struttura

  • Alberghi & co.
  • B&B & co.
  • Case Vacanze e piccoli residence
  • Campeggi, Villaggi & co.
  • Agriturismi

Gli Hotel

Gli alberghi raggiungono quasi il 25% delle presenze totali, con il 38,45% degli arrivi (41,14 % se consideriamo solo gli stranieri).
Rispetto alla media comunale negli hotel si effettuano mediamente soggiorni più brevi con 4,2 giorni.
Gli hotel con più presenze sono i 4 stelle (14,91%) seguiti dai 3 stelle (7,80%).

I B&B e gli Affittacamere

I B&B, imprenditoriali e non, raggiungono l‘1% delle presenze e il 2,44% degli arrivi (4,20% se si considerano solo gli stranieri).
Gli affittacamere, che offrono spesso servizi equivalenti ai B&B, raggiungono lo 0,46% delle presenze.
Queste 2 tipologie hanno una durata del soggiorno media di 2,6 giorni, sotto la media.

I numeri positivi relativi agli stranieri fanno pensare questo tipo di strutture, spesso aperte anche in autunno e inverno, riescono a intercettare meglio i viaggiatori prevenienti dall’estero che inseriscono una piccola tappa a Vieste nel proprio itinerario.

Le Case Vacanza

In questa nomenclatura ricadono molto spesso piccole strutture con meno di 10 appartamenti, come piccoli residence in campagna o appartamenti in un piano di condominio.
Raggiungono il 6,49% delle presenze, con una durata media del soggiorno di 6,92 giorni.

Campeggi, Villaggi e Residenze Turistico Alberghiere

In queste tipologie ricadono gran parte delle strutture del territorio che offrono appartamenti autonomi come bungalow, villette e grandi spazi aperti.
Sommati rappresentano il 66,85% delle presenze.
La fetta di mercato più grande è quella dei campeggi 3 stelle, che da soli raggiungono il 28,62% delle presenze, seguiti dai villaggi turistici 3 stelle (15,08% di presenze).
In questo macro-settore i soggiorni sono più lunghi (8,6 giorni di media), riuscendo meglio ad intercettare chi cerca la classica vacanza al mare, di 1 o 2 settimane.

Agriturismi

Gli alloggi agrituristici raggiungono appena lo 0,25% delle presenze.

Elaborazione completa

Potete scaricare una tabella riepilogativa dei dati trattati in questo report QUI

I Volumi di Ricerca

Si possono confrontare i dati relativi alle presenze reali con quelli dei volumi delle varie parole chiavi sui motori di ricerca sia attraverso il software SeoZoom e i dati di Google Trends relativi agli ultimi anni.

Dati volumi di ricerca (medie mensili) per parole chiave.

Keyword Vol
alberghi vieste 480
hotel a vieste 1300
hotel vieste 5400
vieste hotel 2900
residence a vieste 320
residence vieste 1900
vieste residence 720
vieste villaggi 1600
vieste villaggio 140
villaggi a vieste 590
villaggi vieste 2400
villaggio a vieste 210
villaggio vieste 1000
campeggi vieste 1300
camping vieste 1300
b&b vieste 1300
bed and breakfast vieste 720
vieste b&b 390
vieste bed and breakfast 140
case vacanze vieste 720
vieste case vacanze 140

Si può notare come i volumi di ricerca rispecchiano parzialmente la distribuzione reale nelle varie tipologie di struttura ricettiva, con un interesse forte per gli Hotel e verso i Villaggi Turistici e Residence (settore più frammentato) .
Alcune tipologie, come i B&B, hanno un’interesse relativo maggiore rispetto alle presenze reali perchè avendo meno posti letto non riescono a soddisfare l’offerta.

Dal grafico di Google Trends invece si può notare l’interesse con picchi stagionali per la località e il suo andamento negli ultimi 5 anni.
I picchi rappresentano i periodi di interesse, in cui i turisti prenotano. Si nota che è molto accentuato per gli hotel e più costante per le altre categorie che hanno una finestra di prenotazione più estesa.

Articolo precedente
Guida al Web Marketing Turistico: gli strumenti principali
Articolo successivo
I numeri del turismo a Vieste, cosa è successo negli ultimi 10 anni.
Menu