I numeri del turismo a Vieste, cosa è successo negli ultimi 10 anni.

Con questo articolo avrei voluto continuare il lavoro svolto nel 2019,  in cui si andati ad analizzare i numeri turistici di Vieste nel dettaglio, divisi per categoria di strutture ricettive.  Purtroppo, se in passato sono riuscito ad avere dall’osservatorio della regione Puglia  i report dettagliati in maniera molto semplice, quest’anno, nonostante diverse richieste, non sono riuscito a leggerli (UPDATE) sono riuscito ad averli solo dopo la pubblicazione dell’articolo che state leggendo, nell’attesa dell’elaborazione in un prossimo articolo li trovate qui .

Questo report analizza i dati dei flussi turistici degli ultimi 10 anni, in maniera da “chiudere” il decennio e fare il punto della situazione prima di ripartire con i dati del 2020, il primo anno “post-covid 19”.

I dati analizzati

I dati elaborati di seguito sono quelli ufficiali pubblicati da Puglia Promozione – Osservatorio del Turismo.

Per i non addetti ai lavori si precisa che per “presenze” si indica il numero  delle notti trascorse dagli ospiti nelle strutture ricettive, mentre per “arrivi” il numero di ospiti che hanno alloggiato almeno una notte.

Questo ovviamente significa che quando nel linguaggio comune si fa riferimento ai “2 milioni di turisti che vengono ogni anno a Vieste” si sta commettendo un’imprecisione.

Nell’interpretazione dei dati regionali dobbiamo comunque tenere conto :

  • Dell’offerta ricettiva sommersa e non censita, sia presso privati irregolari, sia presso strutture ricettive che omettono la denuncia delle presenze.
  • Delle differenti modalità di raccolta dati. È da notare che la comunicazione dei dati degli ospiti in via telematica tramite il sistema SPOT PUGLIA è diventata obbligatoria solo nel 2013. Fino al 2012 ci si basava sulle comunicazioni  cartace (modelli ISTAT A1, A2 e C59)
  • Delle presenze presso gli appartamenti privati regolarmente locati secondo la normativa della locazione turistica breve, che solo dal 2020 sono censite dall’osservatorio regionale.

Arrivi e presenze, andamento negli anni

Negli ultimi 10 anni Vieste ha avuto mediamente 1930.000 presenze, con dati annuali sempre compresi tra 1.870.000 presenze dell’annata peggiore (il 2010) e 2.011.000 presenze dell’annata migliore (il 2012).
Un andamento molto costante considerando le molteplici variabili che possono influenzare una stagione turistica (meteo, situazione politica-economica in paesi competitor, etc. ). Lo scostamento maggiore è stato tra il 2011 e il 2012 (+5%) e la differenza tra gli anni 2010 e 2019 è di appena 2,4%.
Diverso è il caso degli arrivi, dove c’è stato un incremento sostanziale, segno dell’accorciamento della durata dei soggiorni negli anni.

  • Totale Presenze
  • Totale Arrivi

Provenienza dei visitatori

Come prevedibile gli italiani rappresentano la stragrande maggioranza dei visitatori, con più dell’80% delle presenze complessive.
Si può osservare una certa stabilità anche nelle  presenze degli stranieri, nonostante la regione Puglia abbia raddoppiato le presenze dall’estero, anche in virtù dell’ampia diffusione delle compagnie aeree low-cost.

Tuttavia, anche se le presenze straniere sono aumentate di poco,  c’è stato un apprezzabile aumento di arrivi da parte degli stranieri, forse dovute a chi ha inserito Vieste tra le tappe di un tour pugliese e alle nuove strutture che hanno saputo intercettare questo tipo di mercato.

  • Totale Presenze
  • Presenze Italiani
  • Presenze Stranieri

Quanti posti letto ci sono?

Vieste ha un’offerta turistica molto ampia e variegata.
Gli ultimi dati disponibili relativi al comune di Vieste sono quelli del 2019, con 42.000 posti letto censiti. Per la distribuzione nelle varie strutture vi rimando a quest’articolo dedicato.

Vieste confrontata con altre realtà Pugliesi

Se la Puglia cresce, l’andamento costante di Vieste è perfettamente in linea con altre storiche realtà votate quasi esclusivamente al turismo balneare concentrato nei mesi estivi, come Peschici e Ugento.

Come si può vedere dalla tabella dati, questi comuni sono incalzati da nuove realtà che stanno sviluppando offerte turistiche più varie e campagne promozionali di respiro internazionale. Basti guardare al +442% di presenze di stranieri a Monopoli o al +1103% di Polignano a Mare, che sicuramente traggono vantaggio anche da una situazione infrastrutturale (trasporti su tutti) migliore di quella del Gargano o del Salento.

Differenza presenze anno precedente
VIESTE
2019 -0,33%
2018 -3,29%
2017 2,67%
2016 1,47%
2015 -0,81%
2014 0,02%
2013 -4,41%
2012 5,45%
2011 2,00%
PESCHICI
2019 -6,11%
2018 -4,00%
2017 -1,66%
2016 3,34%
2015 -1,50%
2014 -8,08%
2013 17,25%
2012 -9,94%
2011 13,22%
UGENTO
2019 -7,79%
2018 -4,86%
2017 4,17%
2016 3,78%
2015 6,06%
2014 -8,07%
2013 -8,54%
2012 11,22%
2011 3,94%
FASANO
2019 0,15%
2018 5,18%
2017 1,54%
2016 6,96%
2015 7,42%
2014 7,19%
2013 20,12%
2012 -2,00%
2011 10,15%
MONOPOLI
2019 3,02%
2018 25,90%
2017 27,04%
2016 4,78%
2015 21,66%
2014 1,01%
2013 14,47%
2012 -28,80%
2011 -11,10%
POLIGNANO A MARE
2019 6,79%
2018 8,89%
2017 29,85%
2016 19,08%
2015 8,08%
2014 10,10%
2013 24,37%
2012 144,26%
2011 -23,25%
TOTALE PUGLIA
2019 1,61%
2018 0,04%
2017 5,22%
2016 6,74%
2015 1,89%
2014 -0,64%
2013 0,51%
2012 -1,58%
2011 4,03%

  • VIESTE
  • PESCHICI
  • UGENTO
  • FASANO
  • MONOPOLI
  • POLIGNANO A MARE

Considerazioni sul futuro

Il Covid-19 ha avuto effetti imprevedibili, non sappiamo ancora quale impatto ha avuto e avrà nei prossimi anni su Vieste e sulle realtà Pugliesi. Guardando le tendenze di Google Trends e i dati di alcuni siti web turistici si può dire che l’estate 2020 per Vieste è andata ben al di sopra delle catastrofiche previsioni iniziali. Paradossalmente, il fatto di rivolgersi a una clientela di prossimità ha portato tanti benefici.

Ci sarebbero da fare dei discorsi su una destagionalizzazione sempre invocata ma mai costruita veramente e su atavici problemi infrastrutturali che hanno impedito a Vieste di imporsi anche sul mercato internazionale.

Tanti discorsi e buoni propositi spesso caduti nel dimenticatoio: in questi ultimi 10 anni, nel bene e nel male, a Vieste è accaduto poco.

Il futuro però è tutto da scrivere.

Report completo con comuni benchmark

Sull’attendibilità dei dati

Risulta davvero difficile stabilire quanto siano attendibili i dati dell’osservatorio regionale. Secondo uno studio di Mercury le presenze turistiche sarebbero molte di più. A Vieste le presenze reali sarebbero più del doppio, in altri comuni come Ugento e Gallipoli la differenza tra presenze ufficiali e presenze reali sarebbe ancora più grande, portando queste realtà quasi ad insediare il primo posto di Vieste nella classifica delle presenze.
In alcuni comuni sono state rilevate difformità tra i dati derivati dal pagamento della tassa di soggiorno e quelli rilevati da SPOT.
Purtroppo abbiamo a disposizione solo i dati ufficiali e ci possiamo basare solo su questi, con le relative cautele.
C’è da dire che da tempo si è iniziato un percorso che tende a far emergere il sommerso, iniziato con l’introduzione di SPOT, della notifica telematica degli alloggiati, della fattura elettronica e del codice CIS nel 2020.  Maggiori semplificazioni in questo settore sarebbero di grande aiuto sia agli operatori, sia a chi svolge saltuariamente attività ricettiva e vuole regolarizzarsi.

Articolo precedente
Caso studio: I numeri del turismo a Vieste
Articolo successivo
I numeri del turismo a Vieste, Focus sul 2019
Menu